Preoccupazione tra i lavoratori della Stellantis di Pomigliano d’Arco e di Pratola Serra.

Cliccare sui pulsanti sotto per condividere. GRAZIE !

Come abbiamo già riportato in un nostro precedente articolo, dopo 15 anni di ammortizzatori sociali, molti lavoratori della Stellantis di Pomigliano si sentono più dipendenti dell’Inps che dell’azienda. Con poco da fare e da guadagnare nello stabilimento, molti hanno già accettato il bonus per l’uscita volontaria dall’azienda entro il 31 dicembre 2023. Questa proposta è stata inviata via mail a 15.000 dipendenti in tutta Italia, un terzo dei 45.000 totali.

Stellantis sembra voler incoraggiare i dipendenti a cercare altre opportunità di lavoro. Ai dipendenti viene offerto un incentivo calcolato in base all’anzianità di servizio e all’età. Inoltre, l’azienda ha messo a punto un programma per riqualificarli.

Tuttavia, ci sono preoccupazioni che Stellantis voglia chiudere i battenti in molte regioni d’Italia per delocalizzare la produzione all’estero, risparmiando così sul costo della manodopera. Questo avrebbe un impatto significativo sugli stabilimenti dove sono stati attivati gli ammortizzatori sociali.

A Pomigliano, ad esempio, i lavoratori hanno lavorato a singhiozzo per circa 14 anni. Se non accettano il bonus, vengono impiegati per pochi giorni alla settimana con una paga molto esigua, alternando cassa integrazione ordinaria e straordinaria e portando a casa al massimo 900 euro.

Per quanto concerne le prospettive industriali, a Pomigliano si producono tre modelli. La Panda ibrida di prima generazione, che tra poco sarà fuori dal mercato perché obsoleta, superata dall’elettrico. I modelli Tonale e Dodge invece sono riservati ad una fascia di acquirenti ristretta a causa del loro prezzo. Un piano industriale per il futuro non c’è.

Anche a Pratola Serra, dove si assemblano motori termici modulari per tutti i veicoli commerciali dei brand del gruppo fabbricati al Sud, c’è stata una riduzione progressiva del numero di occupati. Un centinaio di operai hanno sottoscritto il bonus per l’uscita volontaria e si prevedono ulteriori tagli.

Se l’automotive, uno dei pochi settori che produce reddito in una terra dove il lavoro manca, dovesse scomparire, le conseguenze sociali sarebbero incalcolabili. Stellantis ha lanciato un segnale, e ora tocca ai lavoratori decidere come rispondere.

Leggi altre notizie...

Arrestato ad Avella un nordafricano accusato di pedopornografia, in una vasta operazione su tutto il...
0
Premio Cimitile 2024: conclusa con straordinario successo la XXIX Edizione, con la consegna dei “Cam...
Flash-News
Angri (Sa) - Aggressione e spari nella notte. Un 35enne muore dissanguato
Flash-News
Serino (Av) - Furto con l'esplosivo allo sportello bancomat della Posta
Flash-News
Avella - Risale a qualche settimana fa la scoperta della "Grotta degli spilli". I primi filmati. #2
Ambiente e Territorio
Avella (Av) - Divieto di arrampicata alla falesia calcarea Nabìrr.
Flash-News
Atripalda (Av) – Denunciato dai Carabinieri per aver provocato danni a veicoli e aggredito gli auto...
Flash-News
Sperone (Av) – Grande successo della prima edizione di "Bimbi in Villa"
Flash-News
Duplice omicidio all’uscita dell’Asse Mediano, fermato un uomo: le vittime sono i fratelli Marrandin...
Caserta e provincia
Il 23 giugno gara podistica di 10 Km da Avellino ad Atripalda
Flash-News
Campi Flegrei - Presentato il piano di evacuazione di circa mezzo milione di persone, in caso di all...
Flash-News
Salerno - Cyber Crime: oscurati 15 siti esteri che vendevano medicinali senza prescrizione medica
0
IRPINIA - Contrasto ai furti: incrementati i servizi di perlustrazione. I consigli dei Carabinieri ...
Flash-News
AVELLINO - Ballottaggio: Nargi disponibile al confronto con Gengaro in Piazza Libertà, purché con re...
Flash-News
Isole del golfo partenopeo, la GdF intensifica i controlli in occasione della stagione estiva
Flash-News
Contrasto alla pedopornografia online. Nove arresti e 26 indagati in tutta Italia. Perquisizioni anc...
Flash-News