Truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Eseguito un decreto di sequestro beni nei confronti di 17 indagati.

GDF Massa Lubrense

Cliccare sui pulsanti sotto per condividere. GRAZIE !

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata

COMUNICATO STAMPA

Nei giorni 13 e 14 settembre c.a. il Gruppo della Guardia di Finanza Torre Annunziata ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo — emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta di questa Procura della Repubblica — e alla notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 17 soggetti, tutti indagati, a vario titolo, per i reati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, falso ideologico commesso dal privato in atto pubblico e sostituzione di persona.

I provvedimenti cautelari reali eseguiti sono stati emessi all’esito di indagini complesse di più ampio respiro espletate dalla Compagnia della Guardia di Finanza Massa Lubrense, sotto il coordinamento di quest’Ufficio, scaturite da una denuncia presentata, nei confronti di ignoti, da parte di una donna in merito ad un’ipotesi di truffa ai propri danni, relativa all’indennità a favore dei collaboratori sportivi, misura assistenziale di 600 euro mensili, erogata, in presenza di determinate condizioni, da SPORT E SALUTE S.p.a. (ex CONI), introdotta in epoca Covid-19 dal Decreto Legge “Cura Italia”, n. 18 del 17 marzo 2020.

In particolare, la denunciante esponeva che, accedendo al proprio “cassetto fiscale” telematico presente sul sito dell’I.N.P.S. per acquisire la Certificazione Unica 2021, risultava destinataria unitamente a quella regolarmente emessa dall’effettivo datore di lavoro – di un’ulteriore C.U. emessa dalla SPORT E SALUTE S.p.a., inerente a redditi percepiti nel corso del 2020 per € 3.200,00 quale collaboratore presso una struttura sportiva ubicata in Massa Lubrense, pur non avendo ella mai svolto alcuna prestazione di lavoro in tale settore.

Dalle attività d’indagine – effettuate tramite consultazioni delle banche dati, I ‘ assunzione di sommarie informazioni nei confronti dei soggetti risultati “formalmente” percettori del contributo nonché l’analisi della copia forense dei dispositivi elettronici in possesso del principale indagato – è emerso che quest’ultimo, titolare della predetta struttura sportiva, avrebbe perpetrato, con la complicità di altri 16 soggetti, una truffa sistematica finalizzata ad ottenere l’indennità introdotta dal DL “Cura Italia” nei confronti di soggetti ignari, figurati, a loro insaputa, quali richiedenti il beneficio alla predetta società erogatrice.

In particolare, il sistema messo in atto avrebbe consentito I ‘indebita percezione dei contributi destinati ai collaboratori sportivi – per un importo totale di € 109.400,00 riferiti a 36 domande presentate attraverso articolati artifizi consistiti nella trasmissione, agli Enti competenti, di documentazione istruttoria artefatta ovvero nell’utilizzo di dati e documenti relativi a soggetti (nella maggior parte) non consapevoli, procurando un ingiusto vantaggio con pari danno nei confronti sia degli Enti pubblici eroganti sia degli ignari soggetti nei cui confronti veniva formulata la richiesta di beneficio. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale oplontino, condividendo la ricostruzione investigativa operata da questa Procura della Repubblica sulla base delle attività svolte dalla Guardia di Finanza, ha ordinato il sequestro preventivo, anche nella forma per equivalente, delle somme indebitamente percepite, sino alla concorrenza di € 109.400,00.

In sede di esecuzione è stata sottoposta a sequestro l’intera somma, ripartita in 24.690 euro rinvenuti in contanti durante le perquisizioni, 50.260,70 euro corrispondenti a disponibilità giacenti sui rapporti finanziari riconducibili agli indagati nonché in un bene mobile registrato, del valore di 34.449,30 euro, di proprietà del principale indagato, per un ammontare complessivo pari a 109.400 euro.


 

Leggi altre notizie...

Monteforte Irpino (Av) – Droga nascosta nel marsupio: 37enne napoletano arrestato dai carabinieri
0
Battipaglia (Sa) - Vasta operazione dei Carabinieri a contrasto del clan delle estorsioni. Arresti i...
Flash-News
CASTELVETERE SUL CALORE: MINACCE AL VICINO DI CASA. I CARABINIERI ESEGUONO MISURA CAUTELARE DEL DIVI...
Flash-News
Rinvenuto il corpo di un 30enne impiccato nel Bosco di Arciano, nel comune di Baiano. Indagini in co...
Flash-News
Auto va in fiamme all'uscita autostradale di Avellino Est. I caschi rossi mettono in sicurezza l'are...
Flash-News
Il Liceo Imbriani di Avellino: le immagini di com'era e di come sarà.
Flash-News
Sirignano (Av) - Maria e Andrea festeggiano il loro 60mo anniversario di matrimonio. Gli auguri dei ...
Flash-News
Aggredisce un uomo con un bastone e gli distrugge l'auto. Arrestato.
Flash-News
Vigili del Fuoco di Avellino – La loro rassicurante presenza a tutela dei cittadini. Gli interventi ...
Flash-News
Torella dei Lombardi - Mostra fotografica Western " Sapori antichi 2024 il western d'Irpinia".
Flash-News
L'Intelligenza Artificiale: Il Futuro dell'Archeologia
PMI
Baiano (Av) - Raccolta firme per il referendum popolare a tutela dei diritti dei lavoratori
||| COMUNICATI-STAMPA |||
Vasto incendio ad Aversa (Ce) - Intervengono, in supporto, anche i Vigili del Fuoco di Avellino. Il ...
0
Iniziato l'abbattimento dell'Imbriani di Avellino per far posto a un moderno Campus. In esclusiva, l...
0
Arresti Domiciliari per Viceprocuratore e Cardiologo di Benevento: Accusati di violenza sessuale di ...
Benevento e provincia
Ultimi esami per l'ISIS Nobile-Amundsen di Avella, Lauro, Marzano e Mugnano del Cardinale.
0