Una proposta di legge, avanzata dal Liceo Munari di Acerra, per contrastare i fenomeni d’odio.

Cliccare sui pulsanti sotto per condividere. GRAZIE !

La partecipazione attiva nel combattere l’odio online è fondamentale e fa parte della missione della Rete nazionale per il contrasto ai discorsi e ai fenomeni d’odio, che mira a promuovere le migliori pratiche, soprattutto se originate da giovani e studenti. 

Questi ultimi hanno un ruolo chiave nel trasformare il paradigma della comunicazione violenta, sia online che offline. Un esempio di ciò è l’iniziativa del Liceo Munari di Acerra, Napoli, dove gli studenti hanno elaborato una proposta di legge regionale per combattere l’odio online. Questa proposta include la creazione di un osservatorio regionale, sportelli territoriali per il monitoraggio e la raccolta di segnalazioni, un glossario delle parole d’odio, e uno strumento interno per il controllo del linguaggio in tutti gli atti legislativi e amministrativi. Inoltre, chiede alla Regione di promuovere una legge a livello nazionale.

Questa non è solo un’esercitazione scolastica, poiché a gennaio potrebbe essere esaminata dal consiglio regionale campano. Questa è l’intenzione della consigliera regionale Vittoria Lettieri, originaria di Acerra, che ha invitato gli studenti a partecipare all’iniziativa “Ragazzi in aula”, dove viene simulato un consiglio regionale con gli studenti come protagonisti. Per prepararsi a questo evento, gli studenti di diverse scuole sono stati invitati a proporre testi legislativi. 

Al Munari, su sollecitazione della preside Lea Vitolo, sono stati gli stessi studenti, una quarantina, divisi nelle classi IV e V A e coordinati dai professori Rossella Montano e Pietro Napolitano, a scegliere il tema dell’hate speech. Il testo che hanno elaborato è stato ritenuto così efficace da decidere di farlo “uscire” dalla simulazione: “Gli studenti sono stati bravissimi”, spiega Lettieri, giovane consigliera di 23 anni, neolaureata in giurisprudenza. “Porterò il loro testo nelle apposite commissioni per cercare di farlo arrivare in aula ed approvare così una legge destinata soprattutto ai giovani e scritta direttamente dai ragazzi”. La parte più strutturata riguarda le azioni sociali a livello territoriale, con una serie di iniziative di informazione, formazione e divulgazione.

Leggi altre notizie...

Attenzione! Questi non sono fiori di zucche: sono tossici - persino letali - e non vanno MAI mangiat...
Flash-News
Quando Baiano divenne capoluogo di circondario #2
Flash-News
Assolto, perché il fatto non sussiste, il dipendente del Moscati accusato di violenza sessuale.
Flash-News
Avellino - Martedì arriva il Commissario. Nargi: "Questi 5 anni non si cancellano".
Flash-News
Avellino - Bonifica della "ex Isochimica": continuano i lavori dell’ultimo lotto
||| COMUNICATI-STAMPA |||
La Campania in mostra alla 56esima edizione di Vinitaly: un focus sull’enoturismo
Flash-News
Sciame sismico nei Campi Flegrei: un risveglio che scuote Napoli
Campania
Convegno organizzato dall'Arci di Flumeri (Av): un passo avanti nella lotta contro la violenza di ge...
0
Vallata (Av) - Esplosione allo sportello Bancomat della BPER di Corso Kennedy: indagini in corso
0
Il "Giro Mediterraneo in Rosa" passerà anche per Nolano, Baianese, Monteforte, Forino, Mercato Sanse...
Flash-News
Le Storiche Cantine AMA: nuova casa per il Consorzio di Tutela Vini D’Irpinia
Flash-News
Carife (Av) – Truffa aggravata via social commessa nel 2019: arrestato un 36enne
Flash-News
I controlli dei carabinieri nel mandamento Baianese, Monteforte Irpino e nel Vallo di lauro
Flash-News
Michela Crispo compie 18 anni. I nostri auguri alla splendida neo-maggiorenne e alla sua mamma, Carm...
Ad maiora
𝗔𝗜𝗥 𝗖𝗮𝗺𝗽𝗮𝗻𝗶𝗮: 𝗱𝗮𝗹 𝟭𝟱 𝗮𝗽𝗿𝗶𝗹𝗲 𝗮𝘁𝘁𝗶𝘃𝗮 𝗹𝗮 𝗹𝗶𝗻𝗲𝗮 Salerno-Avellino-Benevento-Campobasso
Flash-News
Pratola Serra (Av) - Denunciate due persone per reati ambientali.
Flash-News